EDIFICIO PRODUTTIVO, vista frontale
EDIFICIO PRODUTTIVO, vista frontale notturna
EDIFICIO PRODUTTIVO, vista laterale
EDIFICIO PRODUTTIVO, vista laterale notturna
show sidebar & content

AMPLIAMENTO E RISTRUTTURAZIONE EDIFICIO PRODUTTIVO

EDIFICIO PRODUTTIVO:  il progetto prevede l’ampliamento dell’attuale edificio produttivo realizzando sul lato nord un nuovo volume direzionale che possa valorizzare la costruzione esistente.

L’intervento principale consiste nella rimozione della facciata a nord dell’edificio produttivo. In tal modo diviene possibile creare una nuova struttura esterna rispetto al volume complessivo esistente. La ditta che attualmente lavora nell’unità produttiva vuole riorganizzare i propri uffici, ormai troppo piccoli ed inadeguati per l’attività in essere realizzando un’immagine aziendale basata sulla ricerca e sulla contemporaneità. Sfruttando la zona a servizi esistente, allocata in adiacenza della facciata settentrionale, si andrebbe a costruire un volume trapezoidale in ampliamento. L’uso di un rivestimento metallico, mediante una facciata ventilata, fodera il corpo esterno svelandolo completamente solo in alcune parti, ovvero nelle zone di lavoro d’ufficio. Si vuole dare la sensazione di massima trasparenza visiva, quasi che dalla strada si debba vedere cosa accade nella parte produttiva, ovvero mettere in mostra senza timore la propria capacità di realizzare prodotti artigianali-industriali. L’intervento è organizzato su due piani, connessi da una nuova scala. Si tratta di ambienti aperti, suddivisi da diaframmi parietali leggeri. La struttura dell’edificio produttivo esistente in calcestruzzo armato viene svincolata da quella del nuovo ampliamento, prevista invece in metallo con fondazioni in calcestruzzo armato. Gli ambienti interni sono spazi fluidi, flessibili, il più possibile liberi da ogni tipo di partizione, anche strutturale.

Merita un particolare chiarimento la conformazione del prospetto nord. Il rivestimento in lamiera microforata prolunga compositivamente i segni orizzontali delle finestre a nastro esistenti. La progettazione ha cercato di far confluire nei nuovi elementi metallici la composizione di linee orizzontali dei prospetti laterali, assorbendo i vari allineamenti mediante l’uso di pannelli modulari.

 

PROGETTO PRELIMINARE

Data: 2014

Luogo: Piove di Sacco (Padova)

Committente: privato

Architetti: Massimiliano Chinello, Luigi Marcato