show sidebar & content

ARENILE PORTO TOLLE

ARENILE PORTO TOLLE (RO)

A_ARENILE PORTO TOLLE: I SEGNI DEL PAESAGGIO: STRUTTURA IN EQUILIBRIO TRA TERRA E ACQUA. Il confine tra terra e acqua è difficile da distinguere precisamente. Il progetto deve adeguarsi a questa sorta di precarietà. La proposta è di utilizzare nuove palizzate, ovvero i pennelli frangiflutti, per suddividere gli stabilimenti balneari. Il palo ripetuto, che diventa in se opera di land art, con la sua iterazione divide gli stabilimenti, diventa elemento di sostegno in alcuni casi per i nuovi punti ristoro-ombra o per i punti di avvistamento nell’arenile di Porto Tolle (RO).

B_ARENILE PORTO TOLLE: RIUTILIZZO DI MATERIALI DEL LUOGO, OGGETTI TROVATI, FRAGILITA’ DEL PAESAGGIO E DEL COSTRUITO. Il mare porta continuamente grandi quantità di oggetti: naturali (tronchi, le conchiglie…), alcuni animali (tartarughe, granchi) e artificiali (teli, bottiglie, scarpe,… ). Il progetto seleziona questi “objects trouvés” e utilizza materiali poveri quando il policarbonato e il diffuso canniccio legato in stuoie, il legno.

C_ARENILE PORTO TOLLE: PER UN TURISMO “NATURALE”: DIALOGO TRA CULTURA E NATURA CON LA LAND ART. All’ingresso delle due spiagge ci sono due totem. Essi fungono da monito: “voi che entrate prestate attenzione qui la cultura (intesa come opera di trasformazione umana) e la natura devono convivere senza conflitti. Voi che entrate dovete contribuire al mantenimento di questo sano equilibrio”. Si
ribalta la logica per cui si trasforma indiscriminatamente la natura al servizio dell’uomo in un processo culturale. Qui ci pone al servizio della natura.

D_ARENILE PORTO TOLLE: MODULARITA’, SMONTABILITA’, FLESSIBILITA’, SOSTENIBILITA’, CONTESTUALIZZAZIONE: GLI “OBJECTS TROUVES” NEL PAESAGGIO. Le architetture effimere che il vento e l’acqua modificheranno nel tempo hanno tali caratteristiche.

E_ARENILE PORTO TOLLE: OROGRAFIA E VEGETAZIONE NEL PROGETTO. Il progetto rispetta l’orografia la vegetazione esistente. Si cerca di deturpare il meno possibile il paesaggio senza togliere vegetazione. I nuovi manufatti in alcuni casi si alzano sulle dune per guardare il mare. In altri casi si appoggiano sulla sabbia.

F_ARENILE PORTO TOLLE: ABACO DEI TIPI EDILIZI. TIPO A – Stabilimento balneare con cabine e servizi; TIPO B – Capanno per ombreggiamento (Per Scanni del Delta del Po); TIPO C – Bar-ristoro con zona d’ombra; TIPO D – Punto d’osservazione e salvataggio; TIPO E – Capanno a noleggio.

G_ARENILE PORTO TOLLE: CARTELLONISTICA DIREZIONALE E INFORMATIVA. Il solito elemento in alluminio estruso con modulo da 60 cm diventa (modulo unitario per tutti i tipi edilizi presenti nelle due spiagge) l’elemento strutturale dove attaccare i cartelli esplicativi.

H_ARENILE PORTO TOLLE: RACCOLTA DIFFERENZIATA. Il solito modulo da 60 cm si ripete e sostiene paratie fisse in arelle di cannicciato. In spazi diffusi costantemente lungo la pineta vengono posizionate isole ecologiche integrate e mascherate da filtri di canneti trasformati in muri leggeri.

I_ARENILE PORTO TOLLE: PERCORSI PEDONALI E CARRAI. I due materiali (legno e terra stabilizzata) permettono di avere pavimentazioni adatte a tutti i tipi di utenza, compresi i portatori di handicap.

L_ARENILE PORTO TOLLE: AREE PER LO SPORT E DI GIOCO PER I BAMBINI. Ogni stabilimento è dotato di proprie aree per lo sport e di gioco per i bambini. Le due funzioni sono sempre separate. Laddove la separazione non è intervallata da elementi naturali è stato creato un filtro mediante l’utilizzo di arelle di cannicciato, usate come diaframma leggero.

Data: 2017

Luogo: Porto Tolle (RO)

Ente banditore: Comune di Porto Tolle

Gruppo di progettazione: Arch. Massimiliano Chinello, Arch. Luigi Marcato, Arch. Matteo Milani.

PROGETTO 6° CLASSIFICATO