show sidebar & content

RISTRUTTURAZIONE FISIOTERAPIA


RISTRUTTURAZIONE FISIOTERAPIA: l’intervento mira alla riorganizzazione di un centro poliambulatoriale di fisioterapia già esistente. Il progetto evidenzia gli ambiti funzionali ridando maggior spazio alla zona ingresso-attesa-reception, ingrandendo gli ambulatori, creando una reception da dove sia possibile controllare visivamente tutti i movimenti di chi si trova nel centro di fisioterapia. Partizioni in cartongesso suddividono le zone e incanalano visivamente i percorsi.

RISTRUTTURAZIONE FISIOTERAPIA: nella riorganizzazione del poliambulatorio di fisioterapia una particolare tensione compositiva è stata messa in opera nel baricentro della struttura fisioterapica, ovvero all’ingresso. La convergenza di più controsoffitti genera una forza. E’ proprio quell’energia che i pazienti stessi cercano di riottenere alla fine del loro ciclo di cure. Tutta questa potenzialità si esplica nel punto nevralgico della struttura di cura, ovvero nella reception. Questo elemento deriva dal congiungimento dei controsoffitti che scendono come linea di forza a terra mediante la spalletta di cartongesso in fianco all’ingresso fino a torcersi nel bancone. All’interno si raccoglie l’archivio, dietro alla reception.

RISTRUTTURAZIONE FISIOTERAPIA: il colore azzurro associato al bianco serve a dare una sensazione di tranquillità, di serenità. La riorganizzazione del centro medico è occasione per migliorare i servizi per i clienti. Per servizi si intendono sia i bagni, gli spogliatoi che gli ambienti più grandi quali sono la palestra rieducativa, le salette. Ciò significa anche trasmettere al cliente una sensazione di trasparenza nelle cure e nel percorso di cura. Per questo motivo, a fianco dell’ingresso, il progetto prevede la realizzazione di una vetrata-occhio-verso-la-palestra rieducativa. Le luci puntuali o lineari guidano e trasmettono due sensazioni contrapposte di sosta o di cammino da intraprendere.

STUDIO DI FATTIBILITA’ E PROGETTAZIONE D’INTERNI

Data: 2011

Luogo: Piove di Sacco (PD)

Committente: privato

Architetti: Massimiliano Chinello e Matteo Milani