show sidebar & content

RIUSO VILLA VENETA

RIUSO VILLA VENETA: Il complesso architettonico è composto da villa “Deganello” sorta nel quindicesimo secolo e da altri corpi edilizi, quali la barchessa e altre superfetazioni minori aggiunti nei secoli successivi. Il corpo principale della villa è definito da una pianta tripartita con salone centrale passante, sviluppato su tutti e tre i piani dell’edificio. La villa è la parte più consistente dell’intervento di riuso della villa veneta. In essa è previsto il restauro conservativo del paramento murario esterno, della copertura e di tutti quegli elementi tipologici che così peculiarmente distinguono esteticamente e storicamente l’edificio. La richiesta di cambio di destinazione d’uso da residenziale a mista, ovvero residenziale, ristorativa e ricettiva, non comporta uno stravolgimento tipologico del manufatto storico. Il volume della villa padronale è fortemente legato alla distribuzione interna degli ambienti.

RIUSO VILLA VENETA: Il salone passante, presente al piano rialzato, così come al piano primo e di sottotetto, rimane un ambiente unico anche nel progetto. Si tratta di un intervento che rispetta la tipologia della villa- L’intervento, cerca di valorizzare anche la pertinenza esterna all’edificio. Nel parco trova posto il secondo manufatto architettonico, un nuovo edificio in progetto. Si tratta di un’architettura bassa, ad un piano, con pianta che forma una L e che si orienta a guardare verso la villa in un rapporto di dipendenza e rispetto. Questo edificio, posto a nord-est del lotto assume una funzione complementare rispetto alla villa. Esso è un oggetto che si fonde nel verde e con una serie di pergolati identifica una seconda centralità spaziale che culmina in un punto preciso, ovvero una piscina. Lo scopo del progetto è quello di creare un luogo fruibile sia all’esterno che all’interno, con un parco attrezzato i cui percorsi siano orientati verso l’edificio storico.

 

PROGETTAZIONE PRELIMINARE E RICHIESTA DI CAMBIO DESTINAZIONE  D’USO

Data: 2013

Luogo: Cona (VE)

Committente: privato

Tipologia dell’opera: Restauro – attività commerciale

Architetti: Massimiliano Chinello, Manuel Donà, Luigi Marcato e Matteo Milani